F.A.Q.

F.A.Q.2018-11-24T18:49:12+00:00

spallaE’ NECESSARIO OPERARE LA SPALLA DOPO LA PRIMA LUSSAZIONE?

Ogni evento traumatico che provoca la lussazione della spalla comporta dei danni a livello delle strutture capsulari, legamentose e ossee. Vista l’elevata possibilità che si verifichino delle recidive (dipendente anche dal tipo di attività lavorativa o sportiva) e dei conseguenti danni delle strutture articolari, alcuni chirurghi propongono, sempre più frequentemente, un intervento stabilizzante dopo il primo episodio (soprattutto nei pazienti giovani e sportivi), ma d’altra parte un intervento conservativo a volte potrebbe essere sufficiente. In ogni caso una spalla operata dopo numerose lussazioni, rispetto ad una operata dopo il primo episodio, avrà tendenzialmente un peggior risultato, con dolori residui, maggior rischio di una recidiva e artrosi precoce.

 

QUANDO E’ OPPORTUNO RICORRERE ALLA CHIRURGIA DOPO UN TRATTAMENTO RIABILITATIVO CONSERVATIVO?

Il trattamento riabilitativo mirato a riequilibrare il sistema spalla molto spesso porta ad un risultato soddisfacente, ma talvolta, nonostante il corretto training, può non bastare a garantire una sufficiente stabilità e il corretto movimento. Se quindi dopo almeno 6 mesi di fisioterapia e riabilitazione si verificasse l’ennesimo episodio di lussazione, il trattamento chirurgico di stabilizzazione diventa una scelta obbligata.

 

DOPO QUANTO TEMPO POSSO RIPRENDERE L’ATTIVITA’ SPORTIVA DOPO UN INTERVENTO CHIRURGICO DI STABILIZZAZIONE?

La ripresa dell’attività sportiva è dipendente in parte anche dal tipo di sport, che sarà più prudente nei casi in cui è presente un particolare stress alla spalla come ad esempio gli sport di lancio o gli sport da contatto. In linea generale la ripresa avviene attorno ai 6 mesi. La ripresa dell’attività sportiva deve comunque rispondere a dei precisi requisiti: tempi biologici, ottimo supporto muscolare, ottimo controllo propriocettivo, corretta gestualità di base, corretta gestualità specifica in un contesto protetto e in situazioni sempre più agonistiche e di contrasto, adeguate condizioni fisiche generali e adeguata condizione psicologico.

 

POSSO FARE LA DOCCIA DOPO L’INTERVENTO?

L’igiene personale è un aspetto importante, prima e dopo l’intervento, per ridurre al minimo le potenzialità di un’infezione: tuttavia è necessario proteggere le cicatrici per 15-20 giorni prima di bagnarsi. E’ sconsigliato andare in piscina e fare il bagno.

 

DOPO QUANTO TEMPO SI TOLGONO I PUNTI?

In generale i punti di sutura vengono rimossi attorno ai 12-15 giorni dopo l’intervento.

 

POSSO PRENDERE IL SOLE SULLA CICATRICE?

E’ assolutamente necessario per i primi sei mesi post operatori coprire la cicatrice, al fine di evitare la possibilità di formazione di patologie tipo cheloidi. E’ quindi importante coprirla con dei cerotti coprenti o con creme solari a protezione totale.

 

DOPO QUANTO TEMPO POSSO ANDARE A LAVORARE DOPO UN INTERVENTO CHIRURGICO DI STABILIZZAZIONE DI SPALLA?

Dipende molto dal decorso post operatorio e da come evolve il programma riabilitativo e naturalmente dal tipo di lavoro svolto. Mediamente è consigliabile tornare al lavoro non prima di due-tre mesi, ma sottolineiamo che alcune attività lavorative, per l’impegno fisico, possono essere paragonate ad un’attività sportiva; la ripresa è quindi da considerarsi del tutto simile (6 mesi).

Indietro