Lesioni di 3° grado

Lesioni di 3° grado2018-11-12T12:12:59+00:00

caviglia-piede

  • Si ha la lacerazione completa di almeno un legamento (in quasi tutti i casi almeno il peroneo-astragalico ant), ma spesso si ha anche un’ampia lesione capsulare;
  • Il paziente di solito non riesce a caricare sull’arto leso;
  • Si ha un gonfiore notevole intra ed extrarticolare e spesso presenza di emartro che distende la capsula e mantiene la caviglia in flessione plantare (posizione antalgica);
  • La flessione dorsale risulta molto dolorosa e/o bloccata;
  • Si ha un’instabilità anteriore e/o in varo dell’astragalo;
  • C’è un’alta possibilità di lesione articolare o periarticolare associata.

 

Questo tipo di trauma necessita di un lungo e accurato periodo di riabilitazione; qualche volta può non essere sufficiente, residuando un’instabilità.

In alcuni casi specifici lo specialista può optare per una riparazione chirurgica del danno capsulo-legamentoso.

Va sottolineato che lo stesso meccanismo traumatico della distorsione appena descritto può non coinvolgere esclusivamente tessuti molli come in questa classificazione ma interessare anche la componente ossea, come nei casi di fratture malleolari, distacchi parcellari, ecc…  eventualità che va tempestivamente riconosciuta in quanto richiede una tipologia di trattamento significativamente diversa, soprattutto in una prima fase.

Indietro